Alfafetoproteina

Alfafetoproteina


Redatto da: P.Parisella

L'alfafetoproteina è una glicoproteina composta da una catena di 591 aminoacidi codificata dal gene AFP localizzato sul cromosoma 4 sintetizzata, durante lo sviluppo embrionale e fetale, nel fegato fetale e nel sacco vitellino ( Bielinska M, 1995; Janhong An, 2019; Lamerz R, 1975; Zapata VR, 2015 ).  Le funzioni dell'alfafetoproteina nel feto non sono ancora ben chiare; si suppone che essa svolga le stesse funzioni dell'albumina, cioè quella di regolazione osmotica nella distribuzione dei liquidi nel corpo. Per tale motivo l'AFP è considerata la forma fetale dell'albumina. Le sue concentrazioni nel liquido amniotico e nel sangue materno aumentano progressivamente nel corso della gravidanza raggiungendo il picco massimo tra la 12a e la 16a settimana di gestazione per poi diminuire fino al parto. Durante le prime fasi della gravidanza l'alfafetoproteina passa dal circolo fetale al liquido amniotico diffondendo attraverso l'epidermide fetale che in questa fase non è ancora cheratinizzata; verso la fine del I trimestre, quando i reni iniziano a funzionare l'alfafetoproteina passa nel liquido amniotico attraverso la produzione di urina.  Indipendentemente dalle concentrazioni amniotiche parte dell'AFP raggiunge il circolo materno sia per via transamniotica, attraverso le membrane fetali e la decidua uterina, sia per via transplacentare ( An J, et alt., 2019 ).

Significato clinico delle variazioni di concentrazione dell'AFP

Le patologie malformative fetali che più spesso si associano ad un aumento delle concentrazioni di AFP sia nel liquido amniotico che nel sangue materno sono i difetti del tubo neurale ( Mizejewski GJ et al, 2004 ). In questi casi la comunicazione che si crea tra liquido cefalo-rachidiano fetale e liquido amniotico determina il libero passaggio di AFP ed aumento della sua concentrazione nel liquido amniotico.

Cause di aumento di AFP in gravidanza ( Colpaert RM, et al. 2019; Hughes AE, et al. 2019; Laitinen R, et al., 1985;   Voloshchuk IN, et al. 2019; ).
  • aumento fisiologico in assenza di anomalie
  • età gestazionale sbagliata ciò perchè i valori di riferimento sono estremamente variabili nelle diverse fasi della gravidanza
  • difetti del tubo neurale: spina bifida, anencefalia
  • difetti della parete addominale: gastroschisi, onfalocele
  • displasia mesenchimale placentare (PMD)
  • teratoma sacro-coccigeo
  • minaccia di aborto
  • morte intrauterina del feto
  • gravidanza multipla
  • distacco di placenta
  • preeclampsia

Le condizioni che determinano una diminuzione delle concentrazioni di AFP sono la Sindrome di Down (trisomia 21) e la Sindrome di Edwards (trisomia18). In questi casi i livelli sierici dell'AFP possono essere utilizzati come test di screening insieme ad altri markers biochimici come la frazione Beta dell'HCG e l'Estriolo non coniugato (E3). 


Valori normali di AFP nel liquido amniotico (ng/ml) 

  • 14 sett. gravidanza: 6140 - 30730
  • 15 sett. gravidanza: 7160 - 35830
  • 16 sett. gravidanza: 5960 - 29810
  • 17 sett. gravidanza: 4810 - 24050
  • 18 sett. gravidanza: 3580 - 17910
  • 19 sett. gravidanza: 3950 - 19780


Valori normali di AFP nel sangue materno (ng/ml)

  • 3 mesi di gestazione: 30
  • 4 mesi di gestazione: 35
  • 5 mesi di gestazione: 65
  • 8 mesi di gestazione: 30

Questi rappresentano dei valori medi; in molti casi si può avere un aumento delle concentrazioni di AFP fino a 2,5 volte più elevati senza la presenza di alcuna causa patologica.


Valori normali di AFP nel neonato (ng/ml)

Nel neonato l'AFP continua ad essere secreta dal fegato, seppure in quantità ridotta. Alcuni Autori riportano concentrazioni inferiori ai 50 ng/ml., altri riportano concentrazioni inferiori ai 10 ng/ml., altri ancora riportano concentrazioni inferiori ai 5 ng/ml. Comunque bisogna considerare che nel neonato i valori plasmatici di AFP sono superiori a quelli dell'adulto e non è raro che possano aversi dosaggi anche superiori ai 10.000 ng/ml. senza che vi sia alcuna patologia. I valori si normalizzano nell'arco del primo anno di vita raggiungendo, gradualmente, quelli fisiologici dell'adulto.

Valori normali di AFP nel sangue dell'adulto (ng/ml)

Nell'adulto in buona salute (femmina fuori gravidanza e maschio) le concentrazioni di AFP sierica sono inferiori ai 5 ng/ml e comunque non superiori ai 10 ng/ml.

Un cenno alle cause di aumento della concentrazione ematica di alfa-fetoproteina non correlate alla presenza di una gravidanza ( Yang J, et al. 2019 ):

  • Cirrosi biliare 
  • Epatite 
  • Neoplasie dei testicoli 
  • Neoplasie del colon 
  • Neoplasie del fegato 
  • Neoplasie del pancreas 
  • Neoplasie del polmone 
  • Neoplasie del rene 
  • Neoplasie della mammella 
  • Neoplasie dello stomaco

E' da considerare che l'AFP rappresenta un marcatore tumorale poco affidabile nella fase di diagnosi delle patologie neoplastiche sopraelencate ma è importante per il monitoraggio della patologia neoplastica.


Bibliografia

An J, Zhang Y, Luo J4, Shen H. Alpha fetoprotein (AFP) participates in the build up of hematopoietic cells in the early embryonic stage: an abortion case observation. Diagn Pathol. 2019 Aug 1;14(1):85.

Bielinska M, Narita N, Heikinheimo M, Porter SB, Wilson DB. Erythropoiesis and vasculogenesis in embryoid bodies lacking visceral yolk sac endoderm. Blood. 1996;88(10):3720-3730.

Colpaert RM, Ramseyer AM, Luu T, Quick CM, Frye LT, Magann EF. Diagnosis and Management of Placental Mesenchymal Disease. A Review of the Literature. Obstet Gynecol Surv. 2019 Oct;74(10):611-622

Hughes AE, Sovio U, Gaccioli F, Cook E, Charnock-Jones DS, Smith GCS. The association between first trimester AFP to PAPP-A ratio and placentally-related adverse pregnancy outcome. Placenta. 2019 Jun;81:25-31

Jianhong An, Yufeng Zhang, Jiao Luo, and Hong Shen. Alpha fetoprotein (AFP) participates in the build up of hematopoietic cells in the early embryonic stage: an abortion case observation. Diagnostic Pathol. 2019; 14:85.                                                                           

 Lamerz R, Fateh-Moghadam A. Carcinofetal antigens. I. alpha-fetoprotein (author's transl) Klin Wochenschr. 1975;53(4):147-169.

Mizejewski GJ et al. Biological roles of alpha-fetoprotein during pregnancy and perinatal development. Exp Biol Med (Maywood). (2004)

Zapata VR, Coetzee A, Harlock E, Simmerson M, Cohen MC. Measurement of nucleated red blood cells in the peripheral blood as a marker of hypoxia in sudden unexpected death in infancy. J Clin Pathol. 2015;68(9):718–722.

Yang J, Tang A, Ma J, Sun X, Ming L. The reference intervals for CA125, CA15-3, CA19-9, CA72-4, AFP, CEA, NSE and CYFRA21-1. Scand J Clin Lab Invest. 2019 Feb - Apr;79(1-2):71-74.

Manual Of Laboratory And Diagnostic Tests, Ed. McGraw-Hill









Aggiornamenti



Med 2000 - Via Nazionale Appia 197, 81022 Casagiove (CE)
Tel: 0823 493548 - 0823 494944 (4 linee) | Fax: 0823 1833735 | E-mail: info@med2000eco.it | P.Iva 02723040610

Web agency: Bitmatica.it